Vaccini Covid: al via la somministrazione delle 4 dose per tutti

0
98

 

Da domani tutti toscani potranno procedere alla vaccinazione con quarta dose. Da martedì 4 ottobre (ore 14) apriranno infatti le prenotazioni sul portale prenotavaccino.sanita.toscana.it per tutte le persone che abbiano almeno 12 anni e abbiano e ricevuto la terza dose da almeno quattro mesi. Si allarga così la platea: finora potevano prenotare solo over60 e fragili. La vaccinazione resta comunque raccomandata ma volontaria.

L’appello alla vaccinazione del presidente Giani

«Vaccinatevi e fate i richiami – è l’appello del presidente della Regione Toscana Eugenio Giani -.Ci sono dosi di vaccino a sufficienza: già oltre trecentomila sono nei magazzini ed altre ne arriveranno settimanalmente, se necessari»Vaccinarsi serve, secondo il presidente, anche a ridurre il rischio di sovraffollamento negli ospedali e nel pronto soccorso. «Non è più il Covid che faceva tantissimi morti, ma i numeri ci dicono che il virus continua a circolare – spiega Giani -. Sappiamo che oggi è contrastato da un ampio livello di copertura vaccinale della popolazione e di persone che si sono immunizzate contraendo la malattia. L’infezione nella maggior parte dei casi si risolve in pochi giorni ma questo non deve farci abbassare la guardia o far cessare l’allarme».

Le nuove indicazioni sui vaccini adattati anche alla variante Omicron

La novità si accompagna alle nuove indicazioni, sull’uso dei vaccini a m-Rna bivalenti, ovvero quelli adattati anche alla variante Omicron. In base alla circolare del Ministero, sono raccomandati prioritariamente come seconda dose di richiamo (equivalente alla quinta somministraione), dietro valutazione e giudizio clinico specialistico, ai soggetti con marcata compromissione della risposta immunitaria, a causa di una patologia di base o a trattamenti farmacologici, e a persone sottoposte a trapianto di midollo osseo o di organo. In questi casi saranno i centri di riferimento delle strutture specialistiche, delle aziende sanitarie territoriali e delle aziende ospedaliere, dal 3 ottobre, a contattare i pazienti.  Chi è seguito da centri specialistici fuori regione può telefonare all’800.556060, numero unico regionale info sanità, per fissare un appuntamento.

Nella circolare si raccomanda inoltre l’uso dei vaccini bivalenti, come seconda dose di richiamo, per le persone con almeno o più di sessanta anni, per le persone da dodici anni in su con elevata fragilità motivata da patologie concomitanti e preesistenti, per gli operatori sanitari, per gli ospiti e operatori delle strutture residenziali e per le donne in gravidanza. Sono raccomandati prioritariamente, come prima dose di richiamo per tutte le persone da dodici anni in su, indipendentemente dal vaccino utilizzato per il completamente del ciclo primario.