Infermieri stranieri: il vademecum di Opi Fi-Pt per accedere all’elenco temporaneo

0
113

L’iter consente agli infermieri provenienti da un altro Paese di lavorare in Toscana

Gli infermieri stranieri che si trovano in Toscana hanno una possibilità di lavoro anche se ancora non in possesso del riconoscimento del titolo di infermiere: accedere all’Elenco Temporaneo per Infermieri Stranieri. L’Ordine delle Professioni Infermieristiche Interprovinciale di Firenze e Pistoia si è messo a disposizione per aiutare i colleghi di altri Paesi a districarsi nella procedura.

«Coloro che hanno conseguito il titolo di infermiere in un Paese straniero possono rivolgersi all’Ordine per orientarsi»

«Coloro che hanno conseguito il titolo di infermiere in un Paese straniero, sia europeo che non possono rivolgersi all’Ordine per orientarsi e capire meglio come poter accedere a questa possibilità riconosciuta dalla Regione Toscana – spiegano da Opi Firenze-Pistoia -. Gli infermieri provenienti dall’Ucraina possono invece usufruire del riconoscimento dello status di rifugiato: a parte il passaporto europeo delle qualifiche per i rifugiati non sarà necessario presentare nessun altro documento».

Come accedere all’Elenco Temporaneo per Infermieri Stranieri: i documenti necessari

In sintesi, per accedere all’Elenco Temporaneo per Infermieri Stranieri è necessaria un’iscrizione sul sito di Estar inserendo una serie di documenti, quali il titolo di infermiere e l’iscrizione all’Albo professionale del Paese di provenienza, permesso di soggiorno, copia della richiesta di riconoscimento del titolo di infermiere presentata al Ministero della Salute,  dichiarazione di non aver ricevuto risposta negativa al proprio riconoscimento da parte del Ministero della Salute, adesione all’obbligo vaccinale per Covid 19 vigente in Italia per i sanitari.

Successivamente, la domanda sarà trasmessa per la valutazione all’Ordine degli Infermieri di Firenze – Pistoia. Opi Firenze Pistoia provvederà quindi a formare i candidati attraverso un corso a distanza utile per la preparazione all’esame previsto per gli infermieri stranieri, che prevede la verifica della padronanza della lingua italiana, la conoscenza della legislazione sanitaria e della deontologia infermieristica italiane. Superato l’esame, sarà possibile presentarsi ai datori di lavoro interessati all’assunzione di infermieri.

Gli infermieri provenienti dall’Ucraina possono invece usufruire del riconoscimento dello status di rifugiato

Per richiedere il Passaporto europeo delle qualifiche per i Rifugiati, che possono presentare gli infermieri ucraini, è invece necessario registrarsi sulla piattaforma EQPR IT Platform e procedere con l’iter, che prevede due fasi. La prima prevede la compilazione di un questionario con le informazioni relative al suo percorso scolastico, alle lingue parlate e alle esperienze lavorative. Fatto questo il candidato sarà chiamato a sostenere un colloquio davanti ad una commissione di valutatori esperti che avranno esaminato in precedenza il questionario.