Infermieri e tamponi: la replica del sindaco Daniele Lorenzini

0
97

Riceviamo e pubblichiamo la posizione del sindaco di Rignano sull’Arno, Daniele Lorenzini, in merito alle dichiarazioni sul disimpegno degli infermieri nell’attività di esecuzione dei tamponi su cui si era espresso il presidente Danilo Massai e su cui il sindaco Lorenzini ha tenuto a fare alcune precisazioni.

«Nel corso della mia esperienza istituzionale e durante tutta la mia vita professionale (faccio il medico da più di quarant’anni) ho avuto modo di apprezzare il lavoro di moltissimi infermieri, dei quali ho sperimentato le doti umane e la competenza. Nel mio intervento durante il Consiglio Comunale dello scorso 26 aprile, ho voluto ribadire quanto fatto dall’Amministrazione nel corso dell’emergenza sanitaria e i problemi incontrati. In tale contesto ho spiegato le circostanze, estranee alla volontà del Comune, che non hanno consentito, sul territorio di Rignano sull’Arno, di assicurare l’esecuzione dei tamponi, da una parte per la mancata attivazione di un hub pubblico dall’altra per l’indisponibilità delle farmacie private, seppur da me ripetutamente interpellate.

Non ho invece formulato giudizi negativi nei confronti della Professione o Categoria degli infermieri. Il dovere di trasparenza verso i cittadini mi ha però obbligato a richiamare la condotta di un infermiere che ha criticato l’Amministrazione comunale tramite interventi su Facebook. Sarà mia cura, qualora venissi a conoscenza di condotte improprie, segnalare eventuali azioni previa informativa alle Autorità preposte».