Cristina Riganti, consigliera di Opi Fi Pt: «La giornata nazionale è un’occasione per riflettere sulla professione»

0
850

L’intervista in occasione della ricorrenza dedicata ai professionisti sanitari, sociosanitari, socioassistenziali e del volontariato

In occasione della giornata nazionale dei Professionisti sanitari, sociosanitari, socioassistenziali e del volontariato abbiamo intervistato Cristina Riganti, infermiera da oltre 10 anni in area critica 118 e alla prima esperienza come consigliera di Opi Fi Pt.

Cosa pensa di questa giornata nazionale?

«È un bel traguardo, un’occasione per riflettere su chi siamo e cosa facciamo».

Su quali ambiti della professione occorre spingere l’acceleratore?

«Negli anni passati sono stati raggiunti obbiettivi importanti. Ma la nostra professione è in continua evoluzione, c’è tanto da fare per esempio nella ricerca e formazione. Come Ordine, gli obbiettivi che ci siamo posti sono molti sia per i professionisti che lavorano nel pubblico sia per quelli nel privato. Nello specifico, nel mio ambito legato al 118 occorre formarsi sempre di più e puntare sulla ricerca legata alle nuove tecnologie su cui si sta investendo».

E per quanto riguarda la formazione universitaria?

«Per la formazione per esempio legata alle lauree magistrali, sarebbe importante riuscire a dedicare una parte più ampia all’area critica del 118. Occorrerebbe dare il giusto riconoscimento alla figura del tutor nell’ambito dei tirocini e nell’affiancamento ai neoinfermieri».

Com’è stato quest’ultimo anno?

«Siamo molto provati e stanchi. Nonostante siamo abituati a lavorare tutti i giorni sull’emergenza è stato ed è difficile anche per noi vivere e operare in questa pandemia. Soprattutto all’inizio quando ancora si sapeva poco del Coronavirus, cambiavano in continuazione le procedure e le modalità di gestione dell’emergenza».

Ha lasciato qualcosa di buono secondo lei?

«Sicuramente in chiave positiva posso dire che questa situazione ha portato alla formazione di un bel gruppo di lavoro, molto più unito di prima. Siamo stati e siamo una grande famiglia con un unico obbiettivo: portare il livello di attenzione e sicurezza al massimo livello».

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

9 − 3 =