Infermiere scolastico: valore aggiunto per la comunità

0
300

Ruolo e importanza del professionista secondo National Association of School Nurses

“Un professionista che protegge e promuove la salute degli studenti, facilita lo sviluppo ottimale del ragazzo, agisce secondo le più recenti evidenze scientifiche”. È così che National Association of School Nurses (NASN) definisce il ruolo dell’infermiere scolastico. In pratica questa figura professionale svolge un ruolo fondamentale capace di collegare l’assistenza sanitaria e l’istruzione. La posizione della NASN spiega come gli infermieri scolastici possano svolgere un ruolo essenziale nel mantenere i bambini sani, sicuri e pronti a imparare.

La pratica dell’infermieristica scolastica iniziò negli Stati Uniti il ​​1 ottobre 1902, quando Lina Rogers, la prima infermiera scolastica, fu assunta per ridurre l’assenteismo, intervenendo con studenti e famiglie sui bisogni sanitari legati alle malattie trasmissibili. Dopo un mese di interventi infermieristici di successo nelle scuole di New York City, ha guidato l’implementazione di cure infermieristiche basate sull’evidenza in tutta la città. Da quel momento, gli infermieri scolastici continuano a occuparsi della gestione relativa alle malattie trasmissibili, ma il loro ruolo si è ampliato ed è sempre più diversificato. Condizioni croniche come asma, anafilassi, diabete di tipo 1 e 2, epilessia, obesità e problemi di salute mentale possono influire sulla capacità dello studente di essere a scuola e pronto ad apprendere. L’infermiera scolastica sostiene gli studenti fornendo assistenza sanitaria attraverso la valutazione, l’intervento e il follow-up per tutti i bambini all’interno dell’ambiente scolastico.

Secondo National Center for Education Statistics l’infermieristica scolastica è una pratica che promuove il benessere, il successo accademico, il rendimento permanente e la salute degli studenti. Mantenere i bambini sani, al sicuro, a scuola e pronti a imparare dovrebbe essere una priorità assoluta sia per i sistemi sanitari che per i sistemi educativi. Le istituzioni educative sono luoghi eccellenti per promuovere la salute dei bambini e l’infermiera della scuola è in una posizione unica per soddisfare le esigenze di salute degli studenti.

Affrontando argomenti come stili di vita sani, comportamenti di riduzione del rischio, bisogni di sviluppo, attività della vita quotidiana e auto-cura preventiva, l’infermieristica scolastica utilizza metodi di insegnamento appropriati al livello di sviluppo dello studente, alle esigenze di apprendimento, alla prontezza e alla capacità di imparare. Senza contare che le assenze degli studenti a causa di malattie infettive causano la perdita di milioni di giorni di scuola ogni anno (Centers for Disease Control and Prevention, 2011). Infine, l’infermieristica scolastica, fra gli altri vantaggi, fornisce un ambiente scolastico sicuro e sano attraverso il controllo delle malattie infettive, che include la promozione dei vaccini, l’utilizzo di misure di controllo delle infezioni a livello scolastico, la sorveglianza e la segnalazione delle malattie.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here