Corsi di laurea Professioni sanitarie, oggi il test d’ingresso

0
69

Salgono le domande per gli infermieri, quasi 16mila i posti messi a bando

Oggi 37 Università Statali coinvolte e 73mila studenti per l’esame di ammissione congiunto relativo ai Corsi di Laurea delle Professioni Sanitarie. Si registra quest’anno un calo di 2.300 domande rispetto all’anno scorso, pari al -3,1%, a fronte dei posti messi a bando, passati da 24.174 a 25.353, pari al +4,9%. Situazione analoga a quella di Medicina e Chirurgia su cui le domande sono calate di circa 2 mila a 66.638 dalle 68.694, pari al -3%. Dei posti messi a bando 15.978 sono per Infermiere. Per la presentazione delle domande sulle 22 Professioni sanitarie il calo si rileva in quasi tutte le Regioni. Si registrano aumenti per le Università della Puglia con +6,8%, della Toscana con +5,5%, delle Marche +4,1% e dell’Emilia Romagna con +0,8% medio, quasi stabili le Università della Campania e in lieve calo il Veneto con -0,9% medio, fra l’aumento di Padova e il calo di Verona. Un calo maggiore per le Università della Lombardia con -7,2%, Piemonte -5,6%, Liguria, -8,5%, Veneto -0,9%, Friuli Venezia Giulia -8%, Sardegna -8,8%, Umbria e Lazio con -3%, Abruzzo -16,7%, Molise -10%, Calabria -18% e Sicilia -1,9%.

Tra le professioni con maggiore incremento in valori assoluti c’è l’infermiere, per circa 1.600, da 22.859 a 24.471, pari al +7,0%. Mentre in valori percentuali ai primi posti ci sono Tecnico Audiometrista con +126% e Tecnico di Neurofisiopatologia con +37%, che però dipendono dall’aumento dei posti e delle sedi. Ci sono altri aumenti in misura inferiore per Ostetrica con +5,9%, Infermiere pediatrico +5%, Tecnico di Radiologia con +3,1%, Tecnico di Laboratorio +3,2%. Stabile Dietista, mentre sono invece in calo quasi tutte le altre Professioni con al primo posto in valori assoluti Fisioterapista con -2.425 da 25.724 a 23.298, pari al -9,4%, Logopedista con -21%, da 6.562 a 5.164, Audioprotesista -17% da 326 a 272, con -12% Podologo e Tecnico Riabilitazione Psichiatrica, seguiti da altre con valori inferiori fra il -10% e il -3%, fra cui Terapista Occupazionale, Ortottista, Igienista Dentale, Educatore e Tecnico Prevenzione.

Circa il rapporto domande su posto (D/P) si conferma al primo posto Fisioterapista con 11, rispetto a 12 dello scorso anno. Per quanto riguarda la mobilità studentesca fra Sud e Nord, gli studenti hanno scelto di restare a casa: si rileverebbe un calo, essendo aumentate o stabili le domande fra Puglia e Campania e diminuite per Lombardia e Piemonte.

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here