Programma Pass, tre progetti pilota in accordo tra Regione e l’associazione di Jacopo Melio

0
427
disabilità

Stanziato un finanziamento di 300 mila euro circa, di cui il 20% a carico dell’associazione

Tre progetti pilota di percorsi ambulatoriali Pass per persone con disabilità. Le iniziative saranno cofinanziate e realizzate dalla Regione e dall’Associazione onlus #Vorreiprendereiltreno, presieduta da Jacopo Melio. Questo grazie a un protocollo d’intesa tra le parti. La Giunta ha approvato lo schema di protocollo, su proposta dell’assessore regionale per il diritto alla Salute, Stefania Saccardi. Nel documento Regione e associazione si impegnano a supportare nella fase di avvio i progetti pilota presso le Aziende ospedaliero universitarie di Careggi e di Siena, e l’ospedale Lotti di Pontedera dell’Asl Nord Ovest. Stanziato un finanziamento di 300 mila euro circa, di cui il 20% a carico dell’associazione.

Il commento di Stefania Saccardi, assessore regionale per il diritto alla Salute

«Da anni la Regione investe in progetti finalizzati al miglioramento dei percorsi di salute per le persone con disabilità nell’ambito del programma Pass, ossia dei percorsi assistenziali per soggetti con bisogni speciali – spiega Saccardi –. L’obiettivo che ci siamo posti è quello di garantire pari accesso alle cure ospedaliere e ai servizi sanitari generali e specialistici, rivedendo gli assetti strutturali e organizzativi per eliminare ogni barriera, favorire l’accoglienza e la presa in carico delle persone più fragili all’interno di percorsi clinico assistenziali dedicati. Il periodo di emergenza epidemiologica, che abbiamo vissuto, ci ha spinto a rimodulare alcuni percorsi, ricorrendo a nuove soluzioni organizzative. Abbiamo maturat o un patrimonio di esperienza che non vogliamo disperdere – prosegue Saccardi – e in questo ci è venuta in aiuto anche l’associazione, un prezioso interlocutore con cui confrontarsi e che ha favorito l’elaborazione dei tre progetti pilota da parte delle aziende sanitarie direttamente coinvolte».

Lo schema di protocollo definisce, dunque, gli ambiti di collaborazione tra le parti, gli impegni sia della Regione che dell’associazione nel promuovere i progetti pilota, finalizzati alla riduzione delle disuguaglianze sociali e alla sperimentazione di soluzioni di maggiore efficacia nell’allestimento di spazi e nell’utilizzo di tecnologie.

«La onlus #Vorreiprendereiltreno nasce proprio per promuovere l’idea che ognuno debba veder garantite la propria indipendenza e la propria autonomia, nel miglior modo possibile, in ogni ambito della quotidianità – aggiunge Jacopo Melio -. Per questo crediamo che un simile progetto rappresenti al meglio la nostra missione: se è vero che la salute è un diritto di tutti, è anche vero che questa dev’essere tutelata in ogni fase dell’assistenza. Dato che interagire con persone con gravi disabilità non è mai facile, a maggior ragione in situazioni di malessere, vorremmo con i Pass realizzare un percorso strutturato che sviluppi un ambiente confortevole, dove non ci sia soltanto un intervento medico e sanitario ma anche una dimensio ne umana fatta di comprensione ed empatia, rispecchiando ciò che la società stessa dovrebbe essere: un luogo sicuro, accogliente e inclusivo. Perciò grazie a chi ha accolto la nostra idea, sostenendola».

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here